La Biblioteca di San Michele di Murano

Il giorno 14 giugno 2010 alle ore 17.30 è stata presentata l’opera “La Biblioteca di San Michele di Murano all’epoca dell’abate Giovanni Benedetto Mittarelli. I Codici ritrovati” di Lucia Merolla.
La presentazione che si è tenuta presso il Monastero di S. Gregorio al Celio, piazza S. Gregorio, 1  Roma, è stata  presieduta da Rino Avesani con interventi di Ugo Fossa, Massimo Menna, Marco Palma e Caterina Tristano.

Notevole il successo di pubblico e di critica per la “bellezza” dell’opera e la brillante presentazione dell’Autrice Lucia Merolla esperta nei vari settori per la catalogazione del libro antico e moderno non a “stampa” e in particolare nell’area di attività per la bibliografia, la catalogazione in Manusonline e il censimento dei manoscritti.

 

Locandina

 

Presentazione

Questo volume documenta la ricerca dell’autrice, volta a “ricostituire” quel che oggi resta della raccolta dei codici della prestigiosa biblioteca camaldolese di S. Michele di Murano, andata dispersa nel 1810 in seguito alla soppressione del monastero.

Dopo un breve excursus storico sulla vita del cenobio, una delle più illustri e autorevoli comunità religiose del Veneto, soprattutto nei secoli XV e XVIII, viene presentata la storia della biblioteca ponendo particolare attenzione agli avvenimenti che hanno portato al suo smembramento e alle ripetute dispersioni e migrazioni dei manoscritti. Infatti, dopo la soppressione del monastero, “di molti codici non si è saputo più nulla, di altri, codici singoli o gruppi di codici, si è saputo via via che sono ora conservati in varie sedi, in Italia e all’estero”. Da qui l’idea di rintracciare ciò che è sopravvissuto dell’antica collezione libraria e quindi di riproporlo nell’ordine in cui era a S. Michele.

Partendo dalla Bibliotheca codicum manuscriptorum monasterii S. Michaelis Venetiarum prope Murianum di Giovanni Benedetto Mittarelli, catalogo a stampa compilato dall’abate e pubblicato postumo nel 1779, la studiosa presenta, in una sorta di biblioteca virtuale, la raccolta manoscritta secondo un moderno criterio scientifico. A differenza del catalogo settecentesco che tralascia l’ordine topografico dei volumi e descrive i 1212 codici del cenobio muranese, seguendo un ordinamento alfabetico di autori e titoli, lo studio attuale riorganizza la collezione secondo la numerazione progressiva originale, seguita dalla segnatura odierna se identificata.

Numerosi anni di ricerche hanno permesso all’autrice di rintracciare, presso biblioteche e istituzioni italiane ed estere, più della metà dei manoscritti catalogati da Mittarelli.

Ciascun codice identificato è stato poi corredato da una scheda descrittiva che si sofferma in particolar modo sulla sua storia, il solo elemento che ha consentito, talora, di confermare o individuare la sua provenienza da S. Michele.

La pubblicazione risulta pertanto di particolare interesse perché, oltre a ricostruire la raccolta dei manoscritti di S. Michele, nella sua interezza, fornisce particolari utili e indispensabili per reperire i codici ancora dispersi e restituisce, attraverso l’identificazione dei volumi oggi conservati in Italia e all’estero, un quadro d’insieme di una delle realtà più significative per la storia delle biblioteche e della circolazione libraria manoscritta.

Published in: on giugno 21, 2010 at 12:21 pm  Lascia un commento  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://bibliotecandoinsieme.wordpress.com/2010/06/21/la-biblioteca-di-san-michele-di-murano/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: